venerdì 16 ottobre 2020

Review Party - Nona Grey di Mark Lawrence


Buon giorno lettori, oggi sono qui a parlarvi di una trilogia che ho letto in anteprima, ovviamente volevo ringraziare Cristina per avermi permesso di leggerlo in anteprima, e la Oscar 
grazie mille ! 


Titolo: Nona Grey - Trilogia 
Autore: Mark Lawrence 
Costo ebook: 9,99
Costo cartaceo: 30,00
Lunghezza delle pagine: 1581
Data di pubblicazione: 13 Ottobre 2020

Trama:

Nel convento della Dolce Misericordia si allevano fanciulle per trasformarle in devote quanto pericolose assassine. Ci vogliono dieci anni di formazione, ma sono poche le ragazze dotate di vero talento per la morte, quelle nelle cui vene scorre il sangue delle antiche tribù di Abeth. Compito delle monache è scoprire e affinare queste doti innate, insegnando le tecniche della lotta con e senza armi e dello spionaggio, l'uso dei veleni e infine la tessitura delle ombre.

Ma neppure le sorelle più anziane sono in grado di comprendere fino in fondo la potenza del dono di Nona Grey, una bimba di otto anni che giunge al convento con l'accusa di aver compiuto un omicidio. Qui crescerà, ma non sarà facile per lei scegliere quale cammino seguire: indosserà la tonaca nera delle Spose dell'Antenato, per abbracciare una vita di preghiera e servizio? Vestirà il rosso delle Suore Marziali, esperte nel combattimento, o il grigio delle Suore di Discrezione, imbattibili nelle arti della segretezza? O il suo colore sarà il blu delle Suore Mistiche, capaci di percorrere il Sentiero?

Quale che sia il suo destino, dovrà lottare aspramente per conquistarlo.

Recensione: 



"Nona Grey" è una trilogia molto interessante, tratta dei temi originali e altri che lo sono un pò meno, a tratti complessa, per la quantità di intrecci della trama, ma in generale molto bella. Ci sono anche alcuni colpi di scena molto belli, ma a partire dal secondo volume.

Nona Grey, la protagonista, nel primo libro è una bambina di soli otto anni che viene venduta dai genitori a causa dei suoi particolari poteri, che li spaventano. Saranno sia i suoi poteri, che il suo caratteraccio a cacciarla nei guai e a procurarle un'accusa per omicidio. È la Badessa Glass a salvarla e portarla nel suo convento, dove Nona frequenta le lezioni per diventare una suora assassina  abile nell'arte della spada e dei veleni e dove impara a conoscere e controllare i suoi poteri. 

Nona è solo una bambina, non ha mai avuto amici, ma i legami che stringe all'interno del convento con le altre ragazze, la rendono una persona migliore, impara piano piano a controllarsi, anche se avrà sempre una forte propensione a cacciarsi nei guai. 

Ho trovato il primo libro più lento rispetto ai seguiti, in quanto è concentrato soprattutto sulle lezioni e su quello che Nona impara a fare. 

Nel secondo volume comincia finalmente a dipanarsi meglio la trama, i nemici si stanno muovendo, la luna sta cadendo, la profezia sembra avverarsi e Nona e le sue compagne hanno un compito fondamentale: fermare tutto questo. 

I due seguiti sono più avventurosi, Nona non starà sempre e solo in convento, non ci saranno solo le lezioni, vecchi nemici torneranno a farsi vivi, nuovi nemici cercheranno di ucciderla, alcuni amici le volteranno le spalle e alcuni nemici diventeranno preziosi alleati. Il secondo volume è stato il mio preferito, non ha minimamente sofferto della "crisi del libro di mezzo", anzi, mi ha coinvolta molto di più nella lettura e mi ha anche sorpresa in più parti. 

Nonostante la vediamo crescere dagli otto anni fino ai diciassette e oltre, Nona non è riuscita a diventare uno dei miei personaggi preferiti fino al terzo volume, quando finalmente la trovo cresciuta e più matura, quando comincia a dimostrare di aver davvero imparato qualcosa in tutti quegli anni. 

Al contrario, i miei personaggi preferiti sono la Badessa Glass e Suora Apple. 

La Badessa è una donna molto intelligente, che vede al di là del proprio naso, è avvezza agli intrighi e riesce a portarli avanti per anni, coinvolgendo volente o nolente tutte le pedine che le servono per raggiungere i suoi scopi. Dimostra anche in molte occasioni il suo coraggio straordinario e la sua fede enorme. L'ho adorata fin da quando ha fatto la sua comparsa per salvare Nona. 

Suora Apple è una delle insegnanti di Nona, scaltra e dura, ma i momenti in cui mi è piaciuta di più, a parte durante le lezioni, con lei si impara sempre qualcosa che possiamo applicare anche alle nostre vite, sono stati quelli in cui la vediamo coinvolta in una relazione. Ha un lato nascosto ai più, che viene fuori solo in quei momenti. 

Ci sono tantissimi personaggi degni di nota, a cominciare dalle amiche che Nona si fa al convento, come Clera, Hessa, Darla, Ara, Jula e Ruli. Le suore che le insegnano e la aiutano, come Wheel, Rose, Pan ,Kettle e le due sopracitate. Di contro, uomini se ne vedono pochi e sono antipatici o insignificanti perlopiù, ma alcuni di loro saranno importanti per la crescita di Nona.

La scrittura non è troppo complessa, ma, come vi anticipavo, ci sono parecchi intrecci, per cui va letto con attenzione. Le descrizioni dei luoghi sono accurate, ma non troppo dettagliate, quindi l'ho trovato piacevole da questo punto di vista, non posso dire che siano i più originali di cui abbia mai letto, ma sono funzionali alla trama, non c'è nulla di prolisso o superfluo, quindi a me è piaciuto anche per quello.

Purtroppo non posso andare oltre, rischierei di fare spoiler, l'unica cosa che mi sento di dire è che è difficile fare una recensione di una trilogia intera e farvi capire quanto mi siano piaciuti il secondo e il terzo volume senza fare spoiler del primo (o del secondo stesso), di solito preferisco farle di un libro alla volta, così chi non ha letto il primo, può saltare la recensione e non leggerla proprio, ma tant'è, spero di avervi dato comunque le giuste vibes per leggere questa bellissima trilogia! 

Voto 4/5💛


Vi ispira? Fatemi sapere qui sotto!



 

2 commenti:

  1. Condivido, è piaciuto molto anche a me, la Badessa Glass è veramente un personaggio! Io però ho amato Nona sin dall'inizio

    RispondiElimina
  2. Suora Apple è davvero un personaggio che spicca, nonostante tutti siano ben costruiti e dettagliati.

    RispondiElimina