giovedì 13 maggio 2021

Recensione del libro '' La ragazza del Kyushu '' di Matsumoto Seicho

Titolo: La ragazza del Kyushu
Autore: Matsumoto Seicho 
Costo ebook: 8,99
Costo cartaceo: 18,00
Lunghezza delle pagine: 208
Data di pubblicazione: 208
Casa editrice: Adelphi 

Trama:

In un mattino di primavera una giovane donna entra nello studio di un illustre penalista di Tokyo. È Kiriko. Ha appena vent’anni, il volto pallido dai tratti vagamente infantili, ma qualcosa di inflessibile nello sguardo, “come fosse stata forgiata nell’acciaio”. Non ha un soldo e ha attraversato il Giappone dal lontano Kyushu per arrivare fin lì, a implorare il suo aiuto. Il fratello, accusato di omicidio, è appena stato arrestato, e Kiriko è la sola a crederlo innocente. L’avvocato rifiuta il caso: non ha tempo da perdere, tanto più per una difesa che dovrebbe assumersi senza essere retribuito. Kiriko si scusa con un piccolo inchino, esce dallo studio e così come è arrivata scompare. Il fratello verrà condannato e morirà in carcere qualche mese dopo, poco prima che l’esecuzione abbia luogo. Sono solo gli antefatti da cui prende il via questo noir di Matsumoto. Dove un “caso-fantasma”, ripercorso nei minimi dettagli, lascia spazio a una vendetta esemplare che si fa strada da lontano, andando a segno quasi per caso. E mentre ogni colpa – consapevole o inconsapevole – viene pesata accuratamente, come su una bilancia cosmica, una tensione sotterranea, un “rumore di nebbia” accompagnano questa storia da cima a fondo. Finché lei, Kiriko, ”la ragazza del Kyushu”, non otterrà ciò che le spetta.


Recensione:


Buon giorno lettori, anche oggi vi porto la recensione di '' Le ragazze del Kyushu '' di Matsumoto Seicho come recentemente vi avevo parlato di Tokyo Express, l'altro libro dell'autrice, anche questo qui è un Giallo/ Thriller classico che vi accompagnerà in una storia di lealtà e speranza.

La cosa che mi ha lasciato senza fiato è stata che la narrazione è così fatta bene che ti fa pensare a un libro scritto nei giorni nostri,  dimenticandoti  che è stato scritto nel 1961.

Protagonista della storia è una ragazza che proviene dal Kyushu è un avvocato, che chiede suo aiuto per assistere suo fratello accusato dell'omicidio di un usuraia, visto che lei pensa che non sia stato suo fratello. Inizialmente l'avvocato Osaka si rifiuta di collaborare, per ragioni economici. 

“Tutto il sistema penale è colpevole, se i poveri non possono ottenere giustizia”… 

Che cosa succederà? Riuscirà a convincere l'avvocato e a liberare suo fratello da un crimine non commesso? 

Una storia profonda, avvincente ed emozionante che mi ha tenuto con il fiato sospeso fin dalle prime pagine e che mi ha regalato delle sincere emozioni.

Bisogna leggerlo per scoprirlo.


Assolutamente consigliato! 

A presto Sofia:)  


lunedì 10 maggio 2021

Recensione del libro '' Tokyo Express '' di Matsumoto Seicho


Titolo: Toxyo Express  
Autore: Matsumoto Seicho 
Costo ebook: 6,99
Costo cartaceo: 18.00
Lunghezza delle pagine: 175
Data di pubblicazione: 27 Febbraio 2018



Trama:

In una cala rocciosa della baia di Hakata, i corpi di un uomo e di una donna vengono rinvenuti all'alba. Entrambi sono giovani e belli. Il colorito acceso delle guance rivela che hanno assunto del cianuro. Un suicidio d'amore, non ci sono dubbi. La polizia di Fukuoka sembra quasi delusa: niente indagini, niente colpevole. Ma, almeno agli occhi di Torigai Jutaro, vecchio investigatore dall'aria indolente e dagli abiti logori, e del suo giovane collega di Tokyo, Mihara Kiichi, qualcosa non torna: se i due sono arrivati con il medesimo rapido da Tokyo, perché mai lui, Sayama Ken'ichi, funzionario di un ministero al centro di un grosso scandalo per corruzione, è rimasto cinque giorni chiuso in albergo in attesa di una telefonata? E perché poi se n'è andato precipitosamente lasciando una valigia? Ma soprattutto: dov'era intanto lei, l'amante, la seducente Otoki, che di professione intratteneva i clienti in un ristorante? Bizzarro comportamento per due che hanno deciso di farla finita. Per fortuna sia Torigai che Mihara diffidano delle idee preconcette, e sono dotati di una perseveranza e di un intuito fuori del comune. Perché chi ha ordito quella gelida, impeccabile macchinazione è una mente diabolica, capace di capovolgere la realtà. Non solo: è un genio nella gestione del tempo. Con questo noir dal fascino ossessivo, tutto incentrato su orari e nomi di treni - un congegno perfetto che ruota intorno a una manciata di minuti -, Matsumoto ha firmato un'indagine impossibile, ma anche un libro allusivo, che sa con sottigliezza far parlare il Giappone. «Si era appena fatto giorno. Il mare era avvolto in una foschia lattiginosa. 
Shikanoshima, l'isola dei cervi, si vedeva a malapena, così come il sentiero del mare. Tirava una brezza fredda e salmastra. L'operaio, col bavero alzato e il capo chino, procedeva a passo svelto. Attraversava quella spiaggia rocciosa per arrivare prima in fabbrica, come era sua abitudine. Ma qualcosa di totalmente inatteso attirò il suo sguardo, sempre rivolto al suolo. Due corpi adagiati su una lastra di roccia scura stonavano incredibilmente con quel paesaggio a lui così familiare».


Recensione:

    Buon giorno lettori, come state? Eccomi qui a parlarvi del libro più bello che ho letto nel 2021, si tratta di '' Tokyo Express '' di Matsumoto Seicho.

Se amate i Thriller poliziesco, le indagini vecchio stile allora questo libro fa per voi!

Perfetto per i nuovi lettori Giallo/ Thriller questo libro vi farà emozionare e vi terrà con
 le pagine incollate fino alla fine.

Grazie alla casa editrice Adelphi, possiamo leggere questo titolo anche in Italia.

Come si legge dalla trama, sono stati trovati due cadaveri nella spiaggia della Baida di Hakata 
a pochi chilometri di Tokyo. All'inizio si pensava che le due vittime, giovani amanti si erano suicidati assumendo del cianuro.

Ma nel mentre delle indagini in corso succedono alcune cose strane che i detective iniziano a sospettare ad un omicidio. 

Che cosa succederà? Chi è stato ad ucciderli?

Se siete curiosi dovete assolutamente leggere il libro.

La scrittura dell'autrice è qualcosa di pura poesia, magica, elegante, travolgente ed emozionante.

Assolutamente consigliato!


A presto Sofia:) 


 

domenica 9 maggio 2021

Segnalazione del libro '' L'astronauta dal cuore di stagno '' Massimo Algarotti

 


Titolo: L’astronauta dal cuore di stagno
Autore: Massimo Algarotti
Editore: O.D.E. Edizioni
Genere: narrativa
Prezzo ebook: € 2.99
Prezzo cartaceo: € 12.99
Data pubblicazione: 10 maggio
Pagine: 130


Trama:

Nove mesi per prepararsi ad accogliere Zoe: c’è un mondo da disegnare, da creare, una
stanza da preparare con amore e perseveranza, soprattutto quando la solitudine piomba
all’improvviso nella vita di Aleida. Diciannove anni e una vita da riscrivere.
Zoe è una bambina che nasce con gli occhi chiusi a causa di una stella filante che voleva solo
abbracciarla più forte. Grazie alla vicinanza di Selima, immensa amica, di suo padre e di un nuovo
compagno, Aleida scopre che il destino traccia un solco su cui la vita affonda sempre le proprie
radici per costruire, in ogni caso, un futuro.
Un viaggio che porta con sé Santa Lucia, Caravaggio, il Petrichor e un’Astronauta dal cuore di
stagno

Estratto: 

Perché è molto più facile pensare di cancellare e sorridere, anziché affrontare ogni
singolo giorno con la consapevolezza di un domani che, per quanto potrà essere bello, non
sarà mai davvero quello che avevamo sperato, sognato, inseguito e che, anche se non
pianificato, ha spazzato via tutto il resto fino a sostituirsi alla realtà del giorno precedente.
Biografia: MASSIMO ALGAROTTI (1984) è nato a Como e, dopo aver girato tra Torino e
Milano, oggi vive a Sesto San Giovanni con la compagna Danays e il figlio Thiago.
Dal 2007 lavora nel campo della cooperazione con Emergency ONG con cui è stato più volte in
Afghanistan, Iraq, Sudan, Sierra Leone.
Nel 2002 ha frequentato un corso di recitazione e nel 2005 ha partecipato ad un tour organizzato dal
Gruppo Àcàrya di Como presentando le proprie poesie.
Nel luglio 2019 ha pubblicato il suo primo romanzo “L’Anarchia dei punti di vista” (edito
Bookabook).



sabato 8 maggio 2021

Recensione '' Cafe Kilimanjaro ''

 


Recensione:

Buon sabato! Finalmente posso parlarvi del Kdrama che ho visto in settimana. Come ben sapete lunedì ho iniziato a lavorare e non ho più tempo come prima.

Sono limitata anche nella pausa pranzo e a volte riesco solo a leggere qualche riga del libro in lettura.

Però, visto che la sera ho bisogno di svagarmi, ho scelto di guardare un breve kdrama che ho finito in un paio di giorni.

"Cafe Kilimanjaro" è una mini serie di 11 puntate che durano all'incirca 12 minuti ciascuna. L'inizio è parecchio lento e noioso, infatti mi era venuta voglia di abbandonarlo, ma non demordete, dal 4° episodio in poi si riprende. 

Protagonista di questa storia è San Ha, una giovane ragazza che ha aperto un cafe', solo che non sta avendo il successo che si aspettava. 

Le vendite vanno male, il negozio è semi vuoto e, anche se ci prova, non riesce a migliorarlo. Così il suo grande sogno sta svanendo sotto i suoi occhi. 

Migliorerà quando suo fratello, affitterà il negozio a un paio di ragazzi, giovani musicisti che aspirano a una carriera di successo. Prende i soldi e scappa all'estero con la sua fidanzata viaggiando per il mondo. 

Principalmente i ragazzi non si aspettano che il negozio è di San Ha, ma, quando si incontrano, dovranno cercare un compromesso. 

Per trovare un accordo lei decide di assumerli come aiutanti e la sera possono usufruire del negozio esercitandosi.

Tra i ragazzi nasce una bella amicizia e tutto cambia.

Anche il negozio che era in fallimento, grazie all'aiuto di questi ragazzi migliorerà.

Corto, ma molto piacevole!

 Assolutamente consigliato.