sabato 23 novembre 2019

'' Ricordati di sorridere quando piove cacao di Elisa Crescenzi ''- Recensione-


Titolo: Ricordati di sorridere quando piove cacao 
Autore: Elisa Crescenzi 
Genere: Romance 
Data di pubblicazione: 23 novembre 

Trama: 
Ci sono ricordi che ci stanno stretti e vorremmo cancellare; altri, invece, vorremmo
tenerli con noi per tutta la vita.
Elena ha trent’anni, un lavoro che non le da soddisfazioni e la mancanza della nonna
ancora troppo vivida nel cuore.
Il Natale alle porte non aiuta il suo umore già precario e, in un attimo di frustrazione,
compie una follia, si licenzia.
Un aereo per Castle Combe la porta nel sogno della nonna, quello che è ormai
diventato anche un po’ suo. Ha tutto l’occorrente per far sì che la ricetta sia
perfetta: un cottage, una cucina accogliente e la voglia di stringere tra le braccia
quel libro di ricette che la nonna non è riuscita a realizzare. C’è solo un piccolo
problema… o meglio, due! Qualcosa nella prenotazione è andata storta e la ricetta
perfetta sta per trasformarsi in un vero disastro. Riuscirà Elena a portare a termine il
suo progetto o “l’inconveniente” di nome Gabriel manderà in fumo i suoi piani?
Benvenuti a Castle Combe, il paese dove le favole prendono vita.

Recensione:

Buon giorno miei amici lettori! 

Mettetevi comodi, con un dolce nelle mani, perché questo libro è così tanto dolce che sono sicura che vi verrebbe fame. 

Io mi sono già preparata, sono alla mia scrivania così tanto disordinata che non trovo neanche una penna per appuntarmi la lista della spesa; sono qui con voi, che mi sto deliziando prima del tempo con la crostata di marmellata di albicocche fatta da mia mamma, ditemi che avete fame, non è vero?

Sono qui perché oggi vorrei parlarvi di un libro letto in pochissimo tempo che mi ha fatto uscire dalla realtà facendomi vivere un'altra vita, un'altra storia e tante emozioni. 

Protagonista di questa storia è Elena, una ragazza che lavora in un ristorante, aspirando un giorno di poter cucinare qualcosa, e spera davvero che quel giorno arrivi presto. 
Nel frattempo il suo compito è quello di lavare i piatti e le stoviglie sporche.

Però un giorno tutto questo cambia, perché lei è stufa di lavare solo piatti e non poter cucinare nulla, neanche un uovo. Così di punto in bianco si licenzia e scappa da quel posto, che per cinque anni l'ha tenuta lì, come una gabbia, e va al ristorante dove deve incontrare la sua migliore amica...
Lei è l'unico riferimento che ha dopo i suoi genitori, e' l'unica amica che le è stata a fianco quando sua nonna è morta.
Quando arriva al ristorante le racconta tutto, ma a piccoli pezzi, con calma, perché ha un carattere difficile, quando succede qualcosa deve cucinare.

''Nonna diceva che un cuore spezzato si può curare con un buon dolce".

L'amica le propone di realizzare il sogno di sua nonna, ovvero quello di creare un libro con le sue ricette di cucina.
Così quando torna a casa ci pensa, chiama l'amica, perché ha bisogno di cucinare e le racconta che cosa vuole fare, però le dice anche che non riesce a scriverlo al momento perché qui si trova stretta, ancora un'altra gabbia la rinchiude. 
Così l'amica la porta nel suo negozio, ovvero un'agenzia di viaggi e le prenota una vacanza a Castle Combe, il paese dove le favole prendono vita.
E' così che inizia la sua nuova avventura. 

Nel libro ci sono diversi flashback, rappresentati dai ricordi della sua nonna. La ricorda in continuazione, anche facendo le semplici cose, ed è molto bello questo, perché rappresenta il suo legame fortissimo con lei.
Quando però sale sull'aereo succede già un disguido con il suo vicino, che fin da subito la provoca tutto il tempo, finché lei non si addormenta sulla sua spalla sbavandogli un po' la giacca. Quando però si sveglia, lui glielo fa notare e lei per l'imbarazzo scappa.
Quando arriva nel suo cottage, comincia a festeggiare bevendo vino e rilassandosi davanti al paesaggio magnifico che si estende sotto i suoi occhi. Poi si addormenta nella sua stanza e l'indomani ha una sensazione strana, come se qualcuno la stia osservando e quando si sveglia incontra quel tizio che l'ha disturbata per tutto il tempo in aereo. Sembra proprio un incubo questo, che cavolo ci fa lui qui? E non è neanche solo visto che alle sue spalle c'è una bambina. 
Purtroppo quando le due agenzie hanno prenotato il cottage, l'hanno fatto contemporaneamente, ed è per questo che nel sito non si vedeva che qualcuno l'aveva già prenotata. Nessuno dei due vuole rinunciare all'offerta di restare in questo cottage, così dopo un paio di ore decidono di restare insieme, con solo un compromesso, ovvero la realizzazione del libro della nonna, che è il motivo per cui è lì.
All'inizio i due si continuano a bacchettare, una lite nata e che sembra non abbia mai fine.
Lei non è amante dei bambini, ma si ritrova a giocare e stare in compagnia di Viola, figlia di Gabriel.
E sembra davvero destino che una ragazza single, possa incontrare un uomo senza moglie con una graziosa bambina.
Le due settimane trascorrono alla grande e sembra che man mano che i giorni passano stia per nascere qualcosa... 
I due si stanno affezionando, ma soprattutto la bambina, che da quando le è morta la madre ha smesso di fare delle cose, tipo mangiare cioccolato.

''La sua bocca chiude la mia con un bacio inaspettato, dal sapore forte, ma con una sfumatura dolce che sa di romantico''.

Potrebbe sembrare un romanzo banale, o scontato, magari avete anche ragione, ma quello che conta è che questo romanzo vi travolgerà come la panna nella cioccolata, e quell'unione vi farà innamorare della storia. 
La scrittura dell'autrice è fresca, frizzante e romantica. 
L'ambientazione e' adatta a questo periodo, soprattutto perché si respira l'aria Natalizia.
Una cosa che ho letteralmente amato è che ogni capitolo inizia con il nome di un dolce o un piatto, e a fine libro ci sono le ricette per ricreare questi dolci e questi piatti! 
Una cosa a dir poco meravigliosa! 

Che dirvi? 

Come avete ben visto a me questo libro è piaciuto da pazzi!
E spero che piaccia anche a voi 
Quindi ve lo stra-consiglio 

Voto 5/5

2 commenti:

  1. Sembra davvero un libro molto dolce! Pensavo che fosse una storia per bambini dalla copertina, ed invece non è così!

    RispondiElimina
  2. Elisa ha un talento unico per queste storie!

    RispondiElimina