mercoledì 7 aprile 2021

Recensione del libro '' Truthwitch ' di Susan Dennard

Titolo: Truthwitch
Autore: Susan Dennard 
Costo ebook: 12,99
Costo carteceo: 22,00
Lunghezza delle pagine: 432
Data di pubblicazione: 16 Marzo 2021 


Trama: 


Trama: Nelle lande stregate ci sono infiniti tipi di magia: tanti quanti i modi per mettersi nei guai, come ben sanno due giovani donne molto speciali. Safiya è una Strega della Verità, ha il dono di riconoscere le menzogne. C'è chi ucciderebbe per avere quel potere, e così lei lo tiene ben nascosto, se non vuole essere usata come una pedina nello scontro tra gli imperi. Iseult invece è una Strega dei Fili: sa vedere i legami invisibili che uniscono le persone attorno a lei, ma non riesce a percepire i sentimenti che la riguardano direttamente. Le due ragazze hanno personalità complementari – impulsiva e focosa Safi, fredda e prudente Iseult – e soprattutto sono inseparabili. Tutto ciò che vogliono è essere libere di vivere le loro vite come un'avventura continua, ma le ombre della guerra si addensano sulle Lande Stregate. Con l'aiuto dell'astuto principe Merik, Safi e Iseult si troveranno a combattere contro imperatori, mercenari e uno Stregone del Sangue votato alla vendetta, decisi a tutto pur di dominare il potere di una Strega della Verità. 

Recensione:


 Ho cominciato a leggere questo libro con un pò di timore, avevo paura potesse essere troppo lungo e pesante, visto che si tratta di un epic fantasy. 

Ma non avrei potuto sbagliarmi di più!

 La scrittura è molto scorrevole e fluida e anche le descrizioni non sono prolisse come mi aspettavo.

 Il mondo nel quale ci troviamo è però molto vasto e variegato, ciascun regno coi suoi usi e costumi, che ci vengono descritti di volta in volta. È un mondo non proprio originale, ma che mi è piaciuto molto e dove mi sono trovata a mio agio. Anche i personaggi sono molti, però il fatto che siano ben descritti, permette di ricordarli bene e di non avere buchi di memoria, cosa che mi capitava invece ogni tanto con la saga de "Il trono di spade".

L'unico aspetto che viene mal spiegato e poco approfondito e che spero di trovare nei prossimi libri, è il rapporto tra Fratelli o Compagni di filo. È un aspetto del libro molto originale, ma che non ho potuto comprendere appieno, in quanto viene dato per scontato che i personaggi sappiano che cosa sia.

 Peccato che noi lettori avremmo bisogno di un aiutino in più per capire...

Le due protagoniste non potrebbero essere più diverse tra loro, dal carattere  all'aspetto fisico al tipo di potere di cui sono dotate. 

Devo ammettere che Safi mi è piaciuta meno rispetto a Iseult, è decisamente simpatica e mi fa ridere parecchio, ma trovo che sia troppo impetuosa e che non pensi mai prima di agire, cosa che la porta non solo a mettersi in parecchi guai, ma a metterci pure l'amica. 

Ho invece apprezzato moltissimo il principe Merik, lo trovo decisamente coraggioso e mi piace la sua devozione nei confronti del suo popolo.

Trovo poi molto intrigante la figura dello Stregone del Sangue, sia per il suo carattere che per il tipo di potere di cui è dotato, non vedo l'ora di leggere di più su di lui! 

Sicuramente molto consigliato, soprattutto se vi piacciono i poteri magici particolari! 

Vi ispira? Fatemi sapere qui sotto! 

 

Nessun commento:

Posta un commento