lunedì 21 dicembre 2020

Recensione del libro '' Le malerbe '' di Keum Suk Gendry-Kim


Titolo: Le malerbe 
Autore: Keum Suk Gendry-Kim 
Costo ebook: 9,99
Costo cartaceo: 25,00
Lunghezza delle pagine: 487
Data di pubblicazione: 10 Ottobre 2019

Trama:

La fumettista coreana Keum Suk Gendry-Kim ha lavorato anni a questo racconto, basato sulla testimonianza diretta di una sopravvissuta, sul dramma delle comfort women, donne che - durante la guerra di conquista che il Giappone mosse contro Corea e Cina nei primi anni Quaranta del Ventesimo secolo - venivano vendute, rapite o costrette con l'inganno a lavorare come prostitute, violentate quotidianamente dai soldati. Questo libro è profondamente doloroso e rivanga un passato che spesso si è cercato di dimenticare o negare, ma che è importante conoscere e ricordare. Molto più che una biografia, Le malerbe è un racconto intimo e sentito, in cui anche la voce della narratrice è riconoscibile e importante, e si intreccia ai racconti, a volte comprensibilmente frammentari, di una donna che sente di non aver avuto un solo istante felice da quando è uscita dal ventre della madre, come dice lei stessa.


Recensione:



Yi okseon è la protagonista di questa storia ed è un'anziana signora che nell'inverno del 1996 torna dopo 55 anni a casa.
È emozionata, non vede l'ora di vedere che cos'è rimasto della sua terra.

In questo Grafic Novel si racconta la sua vita, si tratta di una storia molto triste, emozionante e che ti spezza il cuore man mano che la storia va avanti. 

Yi Okseon voleva andare a scuola quando era piccola, voleva studiare e aiutare da grande la sua famiglia con i soldi che avrebbe  guadagnato. 

La sua famiglia era molto povera e abitavano a Pusan all'incirca nel 1934, era una bambina allegra nonostante avesse una vita difficile, ma piena di sogni e desideri. 

Ma un giorno sua madre decide di venderla a una coppia che non poteva avere figli e che avrebbe potuto darle un futuro migliore, mandandola a scuola e dandole più cibo di quello che poteva avere.

 Così a malincuore si separarono. 

Ma in realtà tutto quello che quell'uomo aveva detto a sua madre era una bugia, visto che l'aveva comprata per sfruttarla, per essere la sua serva, lavorava mattina e sera al bar senza sosta, le davano poco da mangiare e a stento aveva le forze per andare avanti. 

Voleva scappare, ma non sapeva che fare, poi un giorno i proprietari la portarono da un'altra parte visto che ormai era diventata un peso. 

Ma nonostante ciò andò avanti con la speranza di una vita migliore. 

Purtroppo dopo un paio di avvenimenti (che non vi dirò ma che vi consiglio di leggere) fu rapita e portata in Cina, in un edificio simile alla prigione, insieme ad altre ragazze fu messa lì, ma non sapeva che cosa stesse succedendo. 

Un grafic novel che ti distrugge pagina dopo pagina, che racconta violenza sessuale, abbandono, prigionia… 

Un libro che merita di essere letto per conoscere la dura realtà! 

I disegni sono puliti e semplici. 

Assolutamente consigliato 5/5⭐️

Vi incuriosisce?
 Fatemi sapere qui sotto! 
A presto Sofia ! 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Chi sono ? Collaborazioni / Programma settimanale

Ciao a tutti mi chiamo Sofia Biondo ,  sono una blogger e una scrittrice .  Questo qui è il mio secondo blog ... in questo mostrerò molta ...