venerdì 23 aprile 2021

Recensione del libro '' Dark ''di V.E. Schwab


Titolo; Dark 
Autrice: V.E. Schwab 
Costo ebook: 4,99
Costo cartaceo: 14,90
Casa editrice: Newton Compton Editori
Lunghezza delle pagine: 636



Trama:


 Come si uccide un dio? Questa è la domanda che tormenta Lila e Kell mentre l’oscurità minaccia la loro casa. Londra Bianca, Londra Rossa, Londra Grigia e Londra Nera sono realtà alternative che rispondono a leggi magiche diverse. Solo gli Antari, esseri umani dotati di poteri particolari, possono viaggiare tra questi universi paralleli. I quattro regni sono vissuti in pace per anni, grazie alla magia che ha sigillato le forze del male impedendo loro di riversarsi sui regni. Almeno fino a ora. Osaron, la più oscura entità di Londra Nera, si è impossessato di Londra Rossa. E desidera essere venerato. Neppure i maghi più forti dell’impero possono competere con lui, così Kell e Lila si lanciano in un’impresa  disperata. Insieme al pirata Alucard Emery e al redento Antari Holland intraprendono la ricerca di un artefatto magico in grado di sconfiggere Osaron definitivamente e impedire l’avanzata delle ombre in tutto l’impero. 



Recensione: 



Siamo arrivati al terzo e ultimo capitolo della trilogia "A darker shade of magic", e anche questo volume mi è piaciuto molto, sebbene il secondo rimanga il mio preferito dei tre.
Holland ha fatto un vero casino, Osaron imperversa per le strade di Londra Rossa e rovina tutto ciò che tocca, persone comprese. Soprattutto le persone. 
I nostri protagonisti, Kell, Lila, Rhy e Alucard, sono costretti ad assistere a scene strazianti, che lasciano inevitabilmente segni indelebili su ciascuno di loro. Tra tutti, Rhy è quello più toccato, si sente responsabile per il suo popolo, sono la sua gente e lui non riesce a proteggerli. Tutto ciò è frustrante e stressante e questo lo porta a ficcarsi nei guai costantemente. 
In questo volume gli avvenimenti sono più lenti rispetto ai primi due e ammetto che la cosa mi ha un pò destabilizzata, una volta che prendi un ritmo, ti ci abitui, e cambiare non è sempre semplice, però ho apprezzato gli approfondimenti sui pensieri e i sentimenti dei protagonisti, visto che stanno vivendo degli avvenimenti decisamente traumatici e pesanti, mi sarei sorpresa del contrario. 
A livello di trama, non ci sono molti colpi di scena, però tutto procede secondo una logica che funziona e che trova una naturale conclusione che mi ha soddisfatta. 
Mi mancheranno Kell e Lila, mi ero affezionata molto a loro. 



A presto! 


 

Nessun commento:

Posta un commento