lunedì 26 ottobre 2020

Recensione del libro '' La biblioteca di Parigi'' di Janet Skeslien Charles

Buona sera lettori, come state?
 Spero bene, oggi vi parlo di un libro che ho letto grazie alla casa editrice che gentilmente mi ha omaggiato della copia ebook. 
Se amate le storie triste ma con un pizzico di speranza questo libro fa per voi! 






Titolo: La biblioteca di Parigi
Autore: Janet Skeslien Charles
Costo ebook; 9,99
Costo cartaceo: 17,90
Lunghezza delle pagine: 400
Data di pubblicazione: 4 Giugno 2020

Trama:


Parigi, 1940. I libri sono la luce. Odile non riesce a distogliere lo sguardo dalle parole che campeggiano sulla facciata della biblioteca e che racchiudono tutto quello in cui crede. Finalmente ha realizzato il suo sogno. Finalmente ha trovato lavoro in uno dei luoghi più antichi e prestigiosi del mondo. In quelle sale hanno camminato Edith Wharton ed Ernest Hemingway. Vi è custodita la letteratura mondiale. Quel motto, però, le suscita anche preoccupazione. Perché una nuova guerra è scoppiata. Perché l'invasione nazista non è più un timore, ma una certezza. Odile sa che nei momenti difficili i templi della cultura sono i primi a essere in pericolo: è lì che i nemici credono che si annidi la ribellione, la disobbedienza, la resistenza. Nei libri ci sono parole e concetti proibiti. E devono essere distrutti. Odile non può permettere che questo accada. Deve salvare quelle pagine, in modo che possano nutrire la mente di chi verrà dopo di lei, come già hanno fatto con la sua. E non solo. La biblioteca è il primo luogo in cui gli ebrei della città provano a nascondersi: cacciati dalle loro case, tra i libri si sentono al sicuro, e Odile vuole difenderli a ogni costo. Anche se questo significa macchiarsi di una colpa che le stritola il cuore. Una colpa che solo lei conosce. Un segreto che, dopo molto tempo, consegna nelle mani della giovane Lily, perché possa capire il peso delle sue scelte e non dimentichi mai il potere dei libri: luce nelle tenebre, spiraglio di speranza nelle avversità.
 

Recensione : 


Buona sera lettori, oggi vi parlo di un libro che ho letto grazie alla casa editrice che gentilmente mi ha omaggiato della copia ebook. Se amate le storie triste ma con un pizzico di speranza questo libro fa per voi! 

Protagonista della storia è Odile,

che riesce a ottenere il lavoro dei sogni di ogni lettrice, quello di lavorare come bibliotecaria presso l'american library di Parigi.

In questa biblioteca si usa un sistema diverso per catalogare i libri, ovvero "Dewey", che si basa sui numeri decimali, i quali permettono di tradurre delle cifre in un'informazione. 

Lei conosce bene questo sistema visto che lo sa a memoria. 

La sua vita va a gonfie vele fin quando conosce un ragazzo diverso da tutti quelli che ha incontrato fin ora... 

Però non tutto va a meraviglia visto che i nazisti invadono la capitale francese, terrorizzando i cittadini, imponendo varie restrizioni e un controllo forzato sui cittadini. 

L'ingresso alla biblioteca viene vietata agli ebrei, il cibo scarseggia e i cittadini cominciano ad avere paura. 

La scrittura dell'autrice è molto scorrevole e ti permette di leggerlo molto velocemente, la storia è vivida e invade la mente. 

Un romanzo forte, pesante e triste. 

Non è adatto a tutti. 


Consigliato 4/5⭐️


Vi ispira? Fatemi sapere qui sotto! 


Nessun commento:

Posta un commento