giovedì 2 luglio 2020

Falce di Neal Shusterman - Recensione -





Titolo:
Autore:
Costo ebook: 10,99
Costo cartaceo:20.00
Lunghezza delle pagine: 360
Data di pubblicazione: 19 Maggio 2020
Casa editrice: Oscar Mondadori

Trama: 
Un mondo senza fame, senza guerre, senza povertà, senza malattie. Un mondo senza morte. Un mondo in cui l'umanità è riuscita a sconfiggere i suoi incubi peggiori. A occuparsi di tutte le necessità della razza umana è il Thunderhead, un'immensa, onnisciente e onnipotente intelligenza artificiale. Il Thunderhead non sbaglia mai, e soprattutto non ha sentimenti, né rimorsi, né rimpianti. Quello in cui vivono i due adolescenti Citra Terranova e Rowan Damisch è davvero un mondo perfetto. O così appare. Se nessuno muore più, infatti, tenere la pressione demografica sotto controllo diventa un vincolo ineluttabile. Anche l'efficienza del Thunderhead ha dei limiti e non può provvedere alle esigenze di una popolazione in continua crescita. Per questo ogni anno un certo numero di persone deve essere "spigolato". In termini meno poetici: ucciso. Il delicato quanto cruciale incarico è affidato alle cosiddette falci, le uniche a poter decidere quali vite devono finire. Quando la Compagnia delle falci decide di reclutare nuovi membri, il Venerando Maestro Faraday sceglie come apprendisti proprio Citra e Rowan. Schietti, coraggiosi, onesti, i due ragazzi non ne vogliono sapere di diventare degli assassini. E questo fa di loro delle falci potenzialmente perfette.

Recesione: 

Questo libro mi ha fatto riflettere molto. Sulla vita, sulla morte, sulla qualità della vita, sul futuro, sulla possibilità di avere un mondo dove la morte non esiste. In effetti il problema della crescita demografica, porta alla creazione delle falci, che, alla fine, sono comunque persone. E, come tali, ognuna di loro ha un proprio metodo per decidere chi spigolare o meno. I loro metodi sono giusti? Sono crudeli? 
I personaggi di Citra, Rowan e Maestro Faraday sono bellissimi e sono i miei preferiti. Soprattutto la lotta interiore dei ragazzi per decidere se diventare o meno delle falci, lascia parecchio da pensare. Mi piace immaginare un mondo senza povertà, senza fame, senza guerre, senza crimini, senza malattie, senza morte, ma non so se mi piacerebbe lasciare il potere di vita e di morte in mano ad altre persone che decidono a loro insindacabile giudizio. Il perché potrete tranquillamente capirlo leggendo questo libro, imparando a conoscere le falci e i loro metodi. 
La storia è originale e mi è piaciuta tantissimo! È per adesso uno dei libri migliori del 2020!

Voto: 5/5

A presto 
Manuela ! 

2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. In estate non amo leggere libri pesanti, ma mi interessa molto quindi penso proprio che li riconsidererò per l'inverno

    RispondiElimina