lunedì 20 gennaio 2020

Basta chiudere gli occhi di Francesca Caldiani - Recensione -

Buon giorno lettori ! 
Finalmente dopo qualche settimana sono riuscita a portarvi la recensione di questo romanzo! 
visto che tutti mi avevano detto che mi avrebbe spezzato il cuore ho sempre rimandato, finché scorsa settimana non ho deciso di iniziarlo.

Titolo; Basta chiudere gli occhi 
Autore: Francesca Caldiani 
Costo ebook: 8,99 
Costo cartaceo: 16,90
Lunghezza delle pagine : 228 
Data di pubblicazione: 5 Settembre 2019 
Casa editrice: La corte editore 

Trama :

La vita di Anna cambia un giorno, all'improvviso, quando prende il suo solito pullman per andare a scuola. Lei che ha trascorso i suoi primi sedici anni di vita isolata dal resto del mondo e che nei coetanei vede un nemico da combattere, è abituata a un anonimo ripetersi di gesti compulsivi che la tengono al riparo dalle emozioni. Il solito posto in cui sedersi, la stessa amica da cui farsi prendere in giro, i medesimi sguardi da evitare. Ma quel giorno sul pullman sale Jacopo, il nuovo arrivato. È pallido, silenzioso, timido, con molti sogni nella testa e pochissime speranze di vederli realizzati: non lo sa nessuno, ma sta combattendo duramente con una malattia che sembrerebbe non lasciare scampo. Spinta da un istinto che non riesce a spiegarsi, Anna comincerà ad avvicinarsi a quel ragazzo magro e strano, che però le prende il cuore. Senza alcun preavviso la vita esplode. E proprio nella condivisione di una sorte terribile che sembra già segnata, Anna e Jacopo troveranno la forza di lottare per ritagliarsi quel piccolo spazio di felicità che capovolgerà tutto il loro mondo.

Recensione :
Leggere questo libro è stato come un piccolo viaggio, un viaggio durato circa due ore che mi ha spezzato il cuore e poi lo ha ricucito pian piano. 
Una storia molto profonda, che va letta con la consapevolezza checché potrebbe spezzare il cuore anche a voi.
Un romanzo che vi stupirà e che vi segnerà a fondo.
Preparate i fazzoletti perché ne avrete molto bisogno.
Tante emozioni vi segneranno: l'ansia, la timidezza e la felicità.

Questo libro non parla solo di una semplice storia d'amore, una di quelle che leggi e rileggi nei libri, questo libro parla di speranza, di accettare scelte difficili e di coraggio.

Protagonista di questa storia è Anna, una ragazza timida, riservata e introversa; una ragazza che si sente a disagio in compagnia di altre persone, inadeguata e diversa.
Tutto ciò è stato causato da un trauma, l'abbandono di suo padre, e questo ha causato la sua diversità. 

Lui è Jacopo, un ragazzo nuovo, un po' pallido, ma bello da togliere il fiato. 

Tutti e due non si sentono accettati da quella città, dove si sentono un po' troppo stretti.

''Perché la vita è strana, cade a pezzi in un secondo, si frantuma sull’asfalto di una strada familiare. E quando tutto sembra perduto, si rialza e combatte. E alla fine vince.''

Un giorno prendendo il pullman lo vede per la prima volta, alto, magro e pallido. Non ha una faccia già vista quindi fin da subito pensa che sia nuovo da quelle parti.
La colpisce fin da subito, sembra che venga attratta da una calamita, e man mano che i giorni passano lei ne diventa ossessionata.

Non è una di quelle persone che se vede un ragazzo diverso da lei lo prende in giro o lo giudica, anzi, tutt'altro.


La storia è ambientata a Bergamo, quella città che non le piace e che però cambierà aspetto quando si innamorerà di Jacopo, tutto sembrerà cambiare aspetto, come se prima quelle piccole cose non le vedesse, e adesso cercherà di accettarle.

Il loro legame cambierà giorno dopo giorno, diventeranno sempre più uniti e il loro amore crescerà di giorno in giorno, creando uno splendido legame.
Lei sarà l'unica persona che lo aiuterà nei momenti di sconforto. 
Perché purtroppo Jacopo è malato e, anche se cerca di allontanarla, anche se cerca di non farle provare dolore, ormai è troppo tardi.

Quello che mi ha trasmesso questo romanzo è che abbiamo vita breve in questo mondo, e non si sa quando tutto potrebbe finire, e dobbiamo cercare di viverla al meglio, giorno per giorno come se fosse l'ultimo.

In questo libro l'autrice è riuscita ad affrontare molti temi, l'amicizia, l'amore, la sofferenza, la rinascita, la solitudine e la morte.

Lo stile di scrittura è molto fluido, descrittivo, pieno di dettagli e colpi di scena.

Trovo che sia molto difficile da dimenticare visto che è un romanzo che ti entra dentro.

Voto: 5/5

A presto 
Sofia 

1 commento: