lunedì 29 marzo 2021

Recensione del libro '' La vita invisibile di Addie LaRue '' V.E Schwab


Titolo: La vita invisibile di Addie la Rue 
Autore: V.E Schwab 
Costo ebook: 10,99
Costo cartaceo: 24,00
Lunghezza delle pagine: 492
Data di pubblicazione: 24 Novembre 2020
Casa editrice : Mondadori



Trama:

 "Non pregare mai gli dèi che sono in ascolto dopo il tramonto.". E se potessi vivere per sempre, ma della tua vita non rimanesse traccia perché nessuna delle persone che incontri può ricordarsi di te? Nel 1714, Adeline LaRue incontra uno sconosciuto e commette un terribile errore: sceglie l'immortalità senza rendersi conto che si sta condannando alla solitudine eterna. Tre secoli di storia, di storie, di amore, di arte, di guerra, di dolore, della solennità dei grandi momenti e della magia di quelli piccoli. Tre secoli per scegliere, anno dopo anno, di tenersi stretta la propria anima. Fino a quando, in una piccola libreria, Addie trova qualcuno che ricorda il suo nome. Nella tradizione di "Vita dopo vita" e "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo", "La vita invisibile di Addie LaRue" si candida a divenire una pietra miliare nel genere del "romanzo faustiano". 


Recensione: 


Ammetto che all'inizio ho pensato che il libro fosse un pò lento. Poi ho capito che era giusto così, che per capire davvero Addie e il suo dolore, certi dettagli della sua vita andavano conosciuti per forza. Soprattutto il motivo per cui Addie decide di stringere un patto che la porta ad essere dimenticata da tutti, un patto nel quale mette sul piatto della bilancia la sua stessa anima in cambio della libertà. Quello che Addie non sa è che bisogna sempre stare attenti a come vengono formulati i patti, altrimenti si rischia di rimanere fregati. 

Nel suo caso basta un secondo, basta che lo sguardo della persona che ha davanti si sposti un attimo e lei viene dimenticata completamente. Non riesco nemmeno a immaginare come possa essere ritrovarsi davanti allo sguardo vacuo di una persona con cui stavi parlando un minuto prima e che all'improvviso non ti riconosce, non sa chi sei.

Non può dire il suo nome, non può spiegare chi è, non può avere amici o una relazione con qualcuno, è totalmente sola. 

Certo, è immortale. Vive tre secoli di storia. Vive in paesi diversi, parla diverse lingue, vede l'arte evolversi, legge tantissimi libri, passa attraverso diverse guerre, impara tante cose, vede la nascita e l'evolversi delle nuove tecnologie. Ma sempre da sola. 

Finché non trova qualcuno che la ricorda... avrà il suo lieto fine? 

Questo libro mi ha fatto porre diverse domande... sulla vita, sulla morte, sulla solitudine, sull'immortalità... 

E mi ha angosciata, mi ha fatta piangere, ma alla fine mi ha ricordato che dono prezioso sia la vita. 

Non so se potrei mai vivere una vita come quella di Addie, quello che so è che è impossibile non innamorarsi di lei, provare pena per il suo dolore, gioia per ogni piccola conquista e tifare per un possibile finale felice. 



Vi ispira? Fatemi sapere qui sotto!


Nessun commento:

Posta un commento