lunedì 5 ottobre 2020

Recensione del libro ''Venivamo tutte per mare di Julie Otsuka''

 


Titolo: Venivamo tutte per mare
Autore: Julie Otsuka
Costo ebook: 2,99
Costo cartaceo: 13,00 / 5,00
Lunghezza delle pagine: 142 
Data di pubblicazione: 12 Gennaio 2012 

Trama:

Una voce forte, corale e ipnotica racconta la vita straordinaria di un gruppo di donne – le cosiddette «spose in fotografia» – partite dal Giappone per andare in sposa agli immigrati giapponesi in America, a cominciare dal loro primo, arduo viaggio collettivo attraverso l’oceano. È su quella nave affollata che le giovani, ignare e piene di speranza, si scambiano le fotografie dei mariti sconosciuti, immaginano insieme il futuro incerto in una terra straniera. Seguirà l’arrivo a San Francisco, la prima notte di nozze, il lavoro sfibrante, la lotta per imparare una nuova lingua e capire una nuova cultura, l’esperienza del parto e della maternità, il devastante arrivo della guerra, con l’attacco di Pearl Harbour e la decisione di Franklin D. Roosevelt di considerare i cittadini americani di origine giapponese come potenziali nemici.

Recensione:

Buongiorno lettori, oggi voglio parlarvi di un libro che volevo leggere da un sacco di tempo, ma ogni volta rimandavo sempre, finalmente grazie alla biblioteca della mia città sono riuscita a recuperarlo.

Si tratta di un breve libro che racconta la storia di giovani donne giapponesi, costrette a partire per l'America, sposando uomini che neanche conoscevano, per racimolare soldi che servivano a mantenere le proprie famiglie.

E così delle giovani ragazze vengono messe nella terza classe della nave che parte per l'America e la protagonista di questa storia ci racconterà che era un posto molto sudicio, vecchio e puzzolente e che loro all'inizio soffrivano tantissimo di nausea, causata dalle onde del mare.

Sognavano un futuro migliore, si scambiavano le foto dei propri mariti e fantasticavano su di loro.

Purtroppo tutto questo non successe, visto che gli uomini che avevano sposato erano dei vecchi, cupi e che, neanche il tempo che avevano messo piede nella nuova casa, le violentavano fino allo sfinimento.

Si tratta di un romanzo che racconta una realtà orrenda, è così assurdo come così piccole hanno affrontato una vita così triste, dolorosa e cupa.

La scrittura è molto cupa, cruda, raccontata con molto fragilità.

Una storia da non prendere in giro, da leggere per conoscere le crudeltà della nostra storia.

Consigliato 5/5 ⭐️

A presto Sofia :) 



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Chi sono ? Collaborazioni / Programma settimanale

Ciao a tutti mi chiamo Sofia Biondo ,  sono una blogger e una scrittrice .  Questo qui è il mio secondo blog ... in questo mostrerò molta ...