venerdì 15 novembre 2019

Recensione del libro '' Mio fratello rincorre i dinosauri'' di Giacomo Mazzariol



Titolo: Mio fratello rincorre i dinosauri 
Autore; Giacomo Mazzariol 
Casa editrice: 
Costo ebook: 7,99
Costo cartaceo: 10,20 
Lunghezza delle pagine: 176 
Link di acquisto: Qui 

Trama:
 Hai cinque anni, due sorelle e desidereresti tanto un fratellino per fare con lui giochi da maschio. Una sera i tuoi genitori ti annunciano che lo avrai, questo fratello, e che sarà speciale. Tu sei felicissimo: speciale, per te, vuol dire "supereroe". Gli scegli pure il nome: Giovanni. Poi lui nasce, e a poco a poco capisci che sì, è diverso dagli altri, ma i superpoteri non li ha. Alla fine scopri la parola Down, e il tuo entusiasmo si trasforma in rifiuto, addirittura in vergogna. Dovrai attraversare l'adolescenza per accorgerti che la tua idea iniziale non era così sbagliata. Lasciarti travolgere dalla vitalità di Giovanni per concludere che forse, un supereroe, lui lo è davvero. E che in ogni caso è il tuo migliore amico. Con "Mio fratello rincorre i dinosauri" Giacomo Mazzariol ha scritto un romanzo di formazione in cui non ha avuto bisogno di inventare nulla. Un libro che stupisce, commuove, diverte e fa riflettere.

Recensione:
 Questo libro è un racconto vero di vita vissuta dal giovanissimo scrittore, ritrovatosi con un fratello un po' diverso da come se lo immaginava. Con lui avrebbe voluto andare in bicicletta, arrampicarsi sugli alberi, fare la lotta. Ma il piccolo Giovanni, nato con la sindrome di Down, queste cose non le può fare. Questo non gli impedisce di divertirsi, di ridere, di vivere la sua vita con la spensieratezza di tutti i bambini. Ma Giacomo queste cose non le riesce a capire e pensa che il mondo non le possa capire e, nei suoi primi anni di vita col fratello, lo tiene nascosto a tutti, finché non si rende conto che alla fine suo fratello sarà anche diverso, ma è comunque il suo migliore amico e insieme possono fare tantissime altre cose. Come andare ai concerti o al cinema o giocare a basket. 
Ovviamente tutto ciò lo scopre nel corso degli anni e di una lunga introspezione, che lo porta dal vergognarsi del fratellino al venire a patti con la sua sindrome e la loro vita insieme. 
È un percorso lungo e difficile, che mi ha emozionata, fatta piangere, ma anche fatta ridere tantissimo in alcuni passaggi. 
È un libro semplice da leggere per la scrittura fluida e ironica con cui è raccontato, ma anche difficile per l'argomento trattato. Ma soprattutto è un libro che tutti dovremmo leggere, per cercare anche solo un pochino di capire com'è la vita delle famiglie con una persona con sindrome di Down. E magari ci aiuterà a riflettere un po' di più prima di aprire la bocca e giudicare qualcosa che non conosciamo. 

Voto 5/5

3 commenti:

  1. Ciao! L'ho letto qualche anno fa, un libro meraviglioso!

    RispondiElimina
  2. Tutti ne parlano benissimo, e anche io non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
  3. L'ho letto quando è uscito il libro qualche anno fa e l'ho amato

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Chi sono ? Collaborazioni / Programma settimanale

Ciao a tutti mi chiamo Sofia Biondo ,  sono una blogger e una scrittrice .  Questo qui è il mio secondo blog ... in questo mostrerò molta ...